In seggiovia da Merano a Tirolo

Ci sono molti modi per raggiungere Tirolo da Merano. Puoi farlo a piedi, in auto o in bicicletta. Oggi ho scelto di farlo usando la suggestiva seggiovia la cui stazione a valle si trova nel cuore della città termale, proprio accanto al Castello Principesco e alla suggestiva via dei portici.

Costruita alla fine degli anni ‘40, questa piccola seggiovia conserva intatto tutto il suo fascino senza tempo. Fin dal primo passo all’interno della stazione, la sensazione è quella di entrare a contatto con la storia di questa città, così amata dai turisti di ogni epoca.

Con grande simpatia, l’addetto al trasporto ha indicato a noi passeggeri la posizione corretta per aspettare l’arrivo del seggiolino. Quando questo è arrivato lo ha delicatamente accompagnato con la mano, per darci modo di sederci comodamente. Con gesto sicuro ha poi fatto scattare la barra di sicurezza e la salita ha potuto così iniziare.

Non c’è traffico ne frenesia sulla seggiovia. Immersa nella quiete del momento, accompagnata solo dal leggero ronzio del cavo che trasporta i seggiolini e dai suoni del centro storico che via via si avvicinano, ho sorvolato i vigneti e la passeggiata Tappainer, colmando i 180 metri di dislivello che separano il fondovalle dall’abitato di Tirolo.

Il panorama è suggestivo, impreziosito dai bagliori autunnali che già ora iniziano a dipingere di rosso, giallo e marrone il paesaggio del Burgraviato. Resto a contemplarlo fino alla fine del viaggio, riempiendomi gli occhi di tutta questa bellezza. Penso di essere molto fortunata, che poter vivere circondata da tante meraviglia sia un grande privilegio.

Nel frattempo la corsa è arrivata al termina. Un addetto mi aiuta a scendere dal seggiolino in tutta sicurezza. Una volta scesa, vengo attirata dai meravigliosi portici medioevali, sotto i quali si aprono buotique italiane e caffè. Poi giro verso il torrente Passirio e mi concedo un cappuccino prima di riprendere la seggiovia.

Pian piano il sole tramonta dietro le montagne, screziando i pendii con riflessi rosati. Anche questa giornata è finita ed è valsa la pena viverla.

Commenta l'articolo

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.