Merano dall’alto, la funivia dell’Alta Muta

Avete presente quelle giornate in cui ti alzi dal letto ma la tua espressione dice chiaramente che per nulla al mondo vorresti lascialo? Questa mattina è proprio una di quelle. Quelle in cui senti il bisogno di staccare la spina e allontanarti dal trambusto. Però le responsabilità chiamano ed è difficile sottrarti.

Meno male che in famiglia c’è chi ha l’occhio lungo. Flavio, mio papà, mi conosce talmente bene che gli basta uno sguardo per capire se c’è qualcosa che non va. Perciò, quando s’è avvicinato proponendomi una passeggiata, sulle prime ho provato a rifiutare. Ma non è facile dirgli di no e così mi ha convinta.

La funivia dell’Alta Muta a Merano

Il tempo di prendere lo stretto indispensabile per restare qualche ora lontani da casa e siamo per strada. In pochi minuti Flavio mi porta verso la stazione a valle della funivia dell’Alta Muta che si trova alla fine del paese di Tirolo.

In meno di 5 minuti questa splendida funivia ti porta dai 680 metri d’altezza di Tirolo ai 1361 della stazione a monte. Un viaggio rapido, ma suggestivo perché alle tue spalle si apre il panorama mozzafiato della conca di Merano e della valle dell’Adige che, in questa stagione, sono accessi dai colori dell’autunno. Una sinfonia di marroni, rossi e gialli che emoziona, toccando le corde più sensibili dell’anima.

ottobre-2019-2
ottobre-2019-3

Escursioni e ristoro

La stazione a monte della funivia dell’Alta Muta di Merano è il punto di partenza perfetto per tutti gli escursionisti che desiderano lanciarsi alla scoperta delle bellezze del parco naturale del Tessa. Numerosi infatti sono i sentieri che partono da qui per raggiungere le tante vette e i rifugi della zona. Numerosi e adatti a ogni genere di persona: dagli escursionisti più esperti fino ai semplici passeggiatori.

Flavio e io, comunque, questa volta preferiamo fare una sosta in una delle osterie che si trovano qui vicino e si possono raggiungere facilmente. Ci sediamo a un tavolo all’aperto, approfittando della generosità ottobrina che ci ha regalato una giornata calda e limpida, e ordiniamo da bere.

Il resto del pomeriggio lo passiamo così, chiacchierando e godendoci il panorama unico che si gode da quassù. Più tardi, quando rientriamo in albergo, lo stress della mattina e dimenticato e sono pronta per ricominciare. Tutto merito di papà!

Commenta l'articolo

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.