Con la e-bike ai masi della Muta, in compagnia di Flavio

Flavio, mio papà, da sempre adora lo sport in tutte le sue forme. Trekking, bicicletta o sci, la disciplina non è importante, quello che conta è fare attività fisica e poter godere delle bellezze del nostro territorio, che è unico al mondo.

Tra le sue passioni sportive più recenti c’è la e-bike. A quelli di voi che hanno già alzato il sopracciglio pensando che la pedalata assistita sia un modo per barare rispondo che lo sport è divertimento e impegno e non solo e necessariamente fatica.

La e-bike è un mezzo di trasporto fantastico per chi vuole unire l’esercizio fisico alla gioia di poter raggiungere anche le mete più impegnative senza doversi sforzare all’inverosimile per farlo.

Flavio la adora per questo motivo e, da qualche tempo, ci si dedica con passione.

Salire ai masi della Muta di Merano con la e-bike.

Una delle escursioni che Flavio ama di più è salire ai masi della Muta di Merano con la sua e-bike, pedalando lungo la comoda strada forestale.

Con la Muta abbiamo un rapporto speciale, è un po’ la nostra “montagna di casa”, quella che possiamo raggiungere semplicemente uscendo dalla porta e mettendoci a camminare o a pedalare.

Coi suoi 2.291 metri di altitudine, quella della Muta è una salita di tutto rispetto pur essendo semplice e piacevole da raggiungere. Una volta raggiunti i masi però, bisogna lasciare la bici, perché per salire fino alla croce la strada diventa stretta e impervia, adatta solo ai camminatori.

Il panorama però è stupendo lungo tutto il percorso. Man mano che si sale si apre sul Burgraviato e la Valle dell’Adige e, nelle giornate di bel tempo, lo sguardo riesce a spaziare fino a Bolzano e alle montagne che la circondano.

Una bellezza che lascia senza fiato

 

Commenta l'articolo

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.